Evento

Sapere come usare il Sapere

Biennale Architettura 2021 - Padiglione Venezia

In un momento così difficile per tutta la comunità umana, la lotta per il presente si deve armonizzare con la visione del futuro. Perché l’inaspettato shock che ha travolto le nostre quotidianità, ha azzerato anche molte certezze e abitudini. Le nostre vite sono state separate dai contesti in cui operavano e le relazioni sociali sono state sospese.
Mai come prima è diventato, quindi, importante domandarci come ricostruire quello che abbiamo perso, come trasformare la tragedia in opportunità, come ripensare al meglio lo spazio in cui vivere. Mai come prima è stato importante domandarci:
Come vivremo insieme? Come vivremo bene insieme? Creando armonia tra uomini e ambiente in cui vivono. Un futuro prossimo fatto di luce, cultura, bellezza, armonia e contratto spaziale.
 
Questi sono in sintesi i concetti attorno a cui verterà il Padiglione Venezia ai Giardini della Biennale per la 17. Mostra Internazionale di Architettura. Il progetto, curato da Giovanna Zabotti con la collaborazione del commissario Maurizio Carlin, si muoverà in una continua sperimentazione di luoghi e di spazi, luoghi di visione e, allo stesso tempo, di realtà quotidiana. La Biennale, luogo libero di sperimentazione, di provocazione, di pensiero, diventa un luogo di domande: Cos’è la città? Perché si vive insieme? Nuove stazioni, luoghi terzi nel senso più ampio del termine.
 
Protagonista principale di questa edizione sarà l’Architetto Michele De Lucchi, con le sue Earth Stations, luoghi non luoghi, stazioni da cui partire, con destinazione la Terra, immagini visionarie con cui poter alimentare la statica fantasia dell’architettura, una riprogrammazione dello spazio legato alle esigenze cangianti al fine di dar vita a luoghi in cui lo stare è esso stesso apprendimento, perché oggi non basta sapere, ma serve sapere come usare il sapere. E dove ricercarlo.
Attraverso la riprogrammazione della società, seguendo le suggestioni di Emilio Casalini, giornalista, perché le basi del vivere bene insieme poggiano anche sul miglioramento delle reali condizioni di benessere, autonomia ed equità. Il 1° spazio è quello di convivenza: contratto sociale e spaziale. Il 2° è la complessità del mutamento in atto. Il 3° è l’azione dell’architettura per creare ordine, armonia, bellezza che diminuisca le frizioni e quindi sia acceleratore di economia glocale. Il 4° spazio è la visione delle possibilità delle suggestioni. Lo spazio e il territorio diventano un territorio unico da ripensare: dentro le città, fuori delle città, tra le città, un luogo continuo. La bellezza esterna crea bellezza interna. E viceversa.
 
Oltre alla mostra principale nel Padiglione Venezia, ci sarà un’iniziativa voluta anche questa dal Sindaco, Luigi Brugnaro e promossa dal Comune di Venezia. “Artefici del nostro tempo”, un concorso attraverso il quale si invitano i giovani artisti interessati a rispondere all’interrogativo: How will we live together?, il tema generale di questa edizione.
 
 
 
Per maggiori informazioni clicca qui!
 
 
Data: 
da Sabato, Maggio 22, 2021 a Domenica, Novembre 21, 2021
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
Prezzo: 
A pagamento

Venezia, Giardini e Arsenale
22 maggio > 21 novembre 2021
Chiuso il lunedì (escluso lunedì 24 maggio, 6 settembre, 1 novembre)eVenezia, Giardini e Arsenale

22 MAGGIO > 31 LUGLIO

Orario: 11.00 - 19.00
Ultimo ingresso: 18.45

1 AGOSTO > 21 NOVEMBRE
Orario: 10.00 - 18.00
Ultimo ingresso: 17.45

 

La prenotazione può essere contestuale all’acquisto del biglietto oppure potrà essere effettuata successivamente fino al 21 novembre 2021.

In base alle normative vigenti i biglietti sono strettamente personali, non cedibili, non duplicabili non rimborsabili.

I biglietti che danno diritto alla riduzione saranno verificati ai varchi della Mostra da parte del personale predisposto al controllo.

In linea con i protocolli igienico-sanitari previsti per le attività culturali si raccomanda di presentarsi ai varchi muniti di mascherine, di indossarle durante la visita e mantenere la distanza di sicurezza dagli altri visitatori.

 

Orari e sedi: https://www.labiennale.org/it/luoghi/giardini-della-biennale

 

 

Per accedere alla Mostra è obbligatoria la prenotazione online per entrambe le sedi (Giardini – Arsenale).
La prenotazione può essere contestuale all’acquisto del biglietto oppure potrà essere effettuata successivamente fino al 21 novembre 2021.

In base alle normative vigenti i biglietti sono strettamente personali, non cedibili, non duplicabili non rimborsabili.

I biglietti che danno diritto alla riduzione saranno verificati ai varchi della Mostra da parte del personale predisposto al controllo.

In linea con i protocolli igienico-sanitari previsti per le attività culturali si raccomanda di presentarsi ai varchi muniti di mascherine, di indossarle durante la visita e mantenere la distanza di sicurezza dagli altri visitatori.

Eventi