Evento

Tra pietra e acqua

Presentazione della raccolta di versi di Paola Novaria

Presentazione della raccolta di versi di Paola Novaria: Tra pietra e acqua (Achille e La Tartaruga, 2020)in dialogo con Tiziana Bertoldin.
 
Pietra e acqua: non due semplici elementi naturali, ma specificamente riferiti a un luogo che delle sue pietre ha fatto parlare i grandi e dalle sue acque ha avuto tormento e insieme gloria, Venezia. 
La poeta che viene dalla terra, che nella terra si riconosce e identifica, è catturata dalla città extra ordinaria, altra, aliena e unica. Incanto nell’incanto, si lascia andare alla fascinazione di un amore estatico e doloroso: fatto di incontri e distacchi, di buio, notti, ansie, ma anche di luna, solstizi in cui la luce riprende il cammino; di rispecchiamento nella musa sorella e anelito all’altro da sé. Ancorata alla puntigliosità toponomastica o, più spesso, evocazione prodigiosa, Venezia, non è mai uno sfondo, ma attrice partecipe, sola in grado di dare corpo, insieme ai versi, a sentimenti che paiono non riuscire ad ancorarvisi.
 
Paola Novaria
Nata a Cuorgnè (To) nel 1972, antichista per formazione, è responsabile dell’Archivio storico dell’Università di Torino, un ruolo che le dà occasione di collaborare a iniziative culturali promosse dall’Ateneo e di pubblicare studi e ricerche che ne valorizzino il patrimonio documentario. Vive a Torino, ma mantiene un forte legame con la dimora materna in Canavese.
Ha raccolto i propri versi a partire dal 1993, dando alle stampe sette raccolte tra il 2003 e il 2020. Alcune sue poesie sono presenti in raccolte antologiche.
Ha portato la sua poesia in diversi contesti e città italiane, ottenendo riconoscimenti, oltre che nella propria regione, nel premio Lorenzo Montano di Verona (2015, 2018, 2020).  Nel novembre 2019, in una Venezia ferita dall’acqua alta, ha tenuto un seminario di poesia su invito dell’associazione La Settima Stanza. È tra i poeti ospiti del festival Palabra en el Mundo, Venezia, 28 maggio 2021 
 
Tiziana Bertoldin
Tiziana Bertoldin ( Belluno, 1955) ha lavorato come psichiatra nei servizi pubblici di Venezia Lido e centro storico. Si è sempre interessata di poesia e letteratura. Col centro studi internazionale Dino Buzzati di Feltre ha pubblicato due saggi nella rivista Studi Buzzatiani. Collabora con l’Associazione di poesia La Settima Stanza di Venezia, con cui ha partecipato a eventi promossi dalle Gallerie dell’ Accademia e dall’Ateneo Veneto. Nel 2019 e 2021 ha vinto il concorso Líbrati della Libreria delle Donne di Padova con due racconti pubblicati rispettivamente da CLEUP edizioni. Padova, e da Vita Activa Nuova, Trieste. Nel novembre 2021 una sua raccolta di poesie, “Una porta malchiusa” è stata pubblicata dalla casa editrice Il Poligrafo di Padova.
 
Date: 
Sábado, Marzo 12, 2022
Lu Ma Mi Ju Vi Do
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
Price: 
Free
Sabato 12 marzo, ore 16.30, Hotel Villa Mabapa, 
Riviera San Nicolò, Lido di Venezia.