Evento

The good part of being in Venice in winter

Venezia si presenta con una veste nuova, più calma, più spazio, più tempo per esplorarla

È arrivata la nebbia, i fotografi esultano e corrono a ritrarre gondole e capitelli immersi nel sogno. Venezia si presenta con una veste nuova, più calma, più spazio, più tempo per esplorarla.

Iniziamo sempre le nostre passeggiate per Venezia dal Mercato di Rialto: tra l'arancio dei cachi e il giallo dei finferli, la varietà di pesce che si trova sui banchi ci fa capire che siamo tra mare e laguna.

Raggiungibili a piedi da Rialto due luoghi imperdibili, il primo che sarà particolarmente apprezzato dal pubblico femminile  perché raccoglie le ampie collezioni tessili e di abiti antichi dei Musei Civici – provenienti soprattutto dalle raccolte Correr, Guggenheim, Cini, Grassi – e una biblioteca specializzata, sempre aperta, in cui spicca l’importante raccolta di oltre 13.000 figurini dal ‘700 al ‘900 e l’altro dedicato alle famiglie con bambini. Si tratta di Palazzo Mocenigo Museo del tessuto e del costume e del Museo di Storia Naturale. Acquista ora il Museum pass

Una cosa divertente da fare è attraversare il Canal Grande in gondola con 2 euro, per approdare a Santa Sofia e in Strada Nova, dove c'è l'imbarazzo della scelta tra pasticcerie e bacari, e visitare la Ca' D'oro, palazzo meraviglioso reso pubblico dal Barone Franchetti, geniale collezionista e studioso che curò personalmente il disegno e la posa dei marmi per il pavimento dai mille colori della corte.

Un piccolo museo della visione creato da uno dei più importanti esperti di cinema cittadini è la Fabbrica del Vedere, in Calle delle Vele. In questo periodo ospita una mostra dedicata alla luce nell'opera del maestro Munari.

Una novità da scoprire per veneziani e turisti è la Scuola Grande di San Marco, da poco aperta al pubblico all'interno del complesso dell'Ospedale Civile a Santi Giovanni e Paolo. Dipinti e strumenti, spazi emozionanti e soprattutto l'Antica Farmacia sono entrati nell'offerta culturale cittadina grazie alla gestione illuminata della nuova direzione.

Accanto all'ospedale c'è Palazzo Grifalconi, dimora medievale che ospita dagli anni '60 l'Atelier di Giuliana Cohen, la Signora della Moda italiana che creò il marchio Roberta di Camerino e il suo mondo in rosso verde e blu. Roberta e Tessa, figlia e nipote di Giuliana, con amore mantengono aperto al pubblico l'Atelier dove nacquero la mitica borsa Bagonghi e gli abiti trompe l'oeil, dove si possono ammirare disegni, oggetti e memorabilia insieme alle ultime collezioni di borse del brand.

In Campo Santa Maria Formosa ci sono due tesori da scoprire e riscoprire: la Fondazione Querini Stampalia con il museo del Palazzo, l'Area Carlo Scarpa e la Biblioteca, e Palazzo Grimani, labirintica dimora rinascimentale ricca di opere, affreschi e ambienti magici. Nel caso della Fondazione Querini Stampalia potrete unire la visita ad una casa museo pressoché unica allo shopping grazie al Qshop, il bookshop della Fondazione, che offre, accanto alle pubblicazioni sulle raccolte e sulle mostre della Querini Stampalia, oggetti di design per la casa e accessori per l’abbigliamento davvero ricercati. Puoi acquistare ora il tuo biglietto.

Siamo in zona San Marco ed è il momento di un aperitivo-esperienza: al banco (non seduti) di uno dei Caffè Storici della Piazza si può credere di essere in un'altra epoca e di intravedere Wagner o Hemingway tra gli avventori.

Per i rocker non può mancare la tappa all'Hard Rock con i suoi memorabilia e i concerti live, prima di scoprire che la Frezzeria è tornata ad essere la via dello shopping veneziano di moda, artigianato e design, grazie a una selezione unica di marchi introvabili, prodotti sartoriali e collezioni di stilisti emergenti.

Campo San Fantin ci aspetta con il Gran Teatro La Fenice, due belle gallerie di arte e fotografia contemporanea, e una perla preziosa: un'antica Farmacia del '600 riportata alla luce grazie al restauro di The Merchant of Venice, azienda veneziana di profumi: Profumo di laguna ghiacciata è una delle creazioni della ricerca della famiglia Vidal che promuove anche artisti cittadini e workshop nei musei.

Nella bottega di Marisa Convento in Calle della Mandola c'è una mappa del mondo. È qui perché l'ultima Impiraressa racconta la storia delle perle veneziane e del loro viaggio attraverso i continenti: Asia, Africa, Europa per un'arte femminile che fino a inizi '900 occupava migliaia di donne specialmente nelle isole e a Murano. Sedute a guardare la laguna le Impiraresse aspettavano il ritorno dei mariti dal mare o dalle fornaci di vetro raccontando storie mentre infilavano migliaia di matasse di conterie, le perle di vetro, base per i gioielli veneziani.

È venuta voglia di imparare a creare perle con le proprie mani? Simona e Evelina di Perlamadre Design insegnano questa arte che loro interpretano in chiave contemporanea nella loro bella bottega artigianale in Calle delle Botteghe in San Barnaba.

Ca' Foscari è l'università di Venezia e anche un palazzo sul Canal grande visitabile grazie a Ca’ Foscari Tour (tour di un’ora attraverso gli spazi simbolo di Ca’ Foscari, sede storica dell’Università. Si parte dai suggestivi cortili per proseguire con l’esposizione del Fondo Storico dove scoprire la storia del palazzo e dell’Università attraverso inediti documenti di archivio).

Siamo in Dorsoduro che è un'area ad alto peso specifico d'arte. Il Dorsoduro Museum Mile riunisce le Gallerie Dell'Accademia, Palazzo Cini, la Collezione Peggy Guggenheim e il Museo di Punta della Dogana, mentre le Zattere offrono uno dei più bei tramonti della città. Occasione d'oro per scoprire una particolare tipologia di spazio cittadino, la Fondazione Vedova alle Zattere svela uno dei bellissimi Magazzini del Sale, dove i muri spessi e obliqui bloccavano l'espansione in larghezza delle montagne di sale che facevano un tempo la fortuna della città. Da quest'anno la Fondazione offre un'esperienza completa: le opere del grande Maestro dell'arte italiana in movimento, e la musica.

Ora dello spritz: perché non in libreria? La Libreria Marco Polo in Campo Santa Margherita è aperta in un ex negozio antiquario fino alle 22 e propone un programma continuo di presentazioni di libri e scrittori emergenti, fumetto d'autore e progetti culturali, in un ambiente rilassato e stimolante.

[Testo in esclusiva in collaborazione con Venezia da Vivere]

-----------------

Alcuni di questi suggerimenti li trovate nella specialissima guida
My Pretty Venice, La Venezia Vera delle Veneziane
Suggerimenti preziosi ed insoliti aiutano a far scoprire la magia di Venezia al di là del turismo mordi e fuggi.

My Pretty Venice è il libro su Venezia che, incredibilmente, ancora mancava.
Scritto e illustrato da tre veneziane, due native e una d’adozione, questo piccolo e raffinato carnet d’adresses raccoglie e racconta negozi, botteghe, giardini, musei, scorci ed esperienze profondamente veneziane, squisitamente insolite e raffinate. 

Lentamente, la città si lascia scoprire e ti prende per mano, complici anche i tanti cammei e curiosità disseminati nel testo.

My Pretty Venice è un oggetto del desiderio, il libro da regalare all’amica del cuore, da mettere in borsa per una fuga week-end, da sfogliare in divano immergendosi nel fascino delle sue immagini…

 

DATI:
Isabella Campagnol, Elisabeth Rainer 
illustrazioni di Beatrice Campagnol
Casa editrice: Gremese - L’Airone
Distribuzione:
nelle librerie nazionali ed internazionali, su amazon sui maggiori portali online
sul sito della casa editrice: http://www.libreriagremese.it/
Facebook https://www.facebook.com/My-Pretty-Venice-1507500246169825/?ref=hl

 

Data: 
da Giovedì, Dicembre 1, 2016 a Martedì, Gennaio 31, 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
Prezzo: 
Gratis