Evento

Medioevo globale: i Mongoli, Marco Polo e il suo libro sullo sfondo delle relazioni Oriente-Occidente

Padova, 18-19 giugno 2024

Dietro e sullo sfondo dei viaggi di Niccolò, Matteo e Marco Polo si profilano una complessa cornice di relazioni – mercantili politiche diplomatiche culturali – Oriente-Occidente, una tumultuosa storia eurasiatica di scambi commerciaperimetratiioni militari, un macro-sistema economico e un “gioco” geopolitico di potenze in contatto.
 
A monte e a valle del Devisement dou monde si costellano paradigmi e forme di resoconto odeporico di ambito euro-mediterraneo che forniscono schemi e retoriche utili alla modellizzazione discorsiva degli exotica, permettendo l’acclimatazione dell’alterità entro scritture a dominante descrittivo-referenziale.
 
Posto all’intersezione tra prospettiva storica e angolatura testuale, il seminario Medioevo globale: i Mongoli, Marco Polo e il suo libro sullo sfondo delle relazioni Oriente-Occidente (Padova, 18-19 giugno 2024) aspira a combinare storia e filologia, con uno sguardo di sintesi interamente rivolto alla delineazione delle coordinate entro le quali si realizzano e prendono senso la randonnée di Marco, il precipitato scritto del suo itinerario asiatico e le vicende della sua propagazione sesquipedale e arborescente, contraddistinta da processi di ricezione attiva e da una tradizione – manoscritta e a stampa – oltremodo dinamica, incline alla traduzione, al rimaneggiamento, alla rielaborazione adattiva, agli escerti e all’epitome.
Operativamente, l’incontro di studi si struttura su due distinti registri espositivi e comunicativi, alternando tavole rotonde su vaste questioni di carattere generale a relazioni su argomenti più ristretti e monograficamente perimetrati.
Data: 
da Martedì, Giugno 18, 2024 a Mercoledì, Giugno 19, 2024
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
Prezzo: 
Gratis

Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari