Evento

Giovanni Soccol. Metamorfosi della realtà in mito.

Argomenti: 
Piccola ma preziosa mostra dedicata a Giovanni Soccol, autore veneziano protagonista di una lunga e feconda vicenda artistica che ha attraversato le diverse discipline, dalla pittura alla scenografia, dall’architettura alla cinematografia. 
 
Formatosi alla scuola prima di Guido Cadorin, poi di Mario Deluigi e successivamente di Carlo Scarpa, Soccol attraversa la corrente astratta negli anni sessanta, per concentrarsi nelle decadi successive su alcuni celebri cicli pittorici: Isole, Basiliche, Cisterne, Petroliere, Labirinti, esposti in numerose e importanti mostre monografiche in Italia e in Europa. 
 
A Ca’ Pesaro sono presentate due delle serie più recenti: i Teatri e i Labirinti d’invenzione.
Realizzati tra il 2014 e il 2017, questi ultimi sviluppano scenari affascinanti e simbolici che rappresentano una vera indagine emotiva, approdando attraverso un universo intrecciato sensibile e immaginario all’animo umano, al suo “paesaggio” interiore. Nella seconda sala, dalla chiusura e dall’ineluttabilità dei Labirinti, si passa all’apertura scenografica dei Teatri, la cui forma tagliata guarda al cielo, rispecchiandone gli affascinanti mutamenti. 
 
Chiude la mostra una grande Marea del 2011 in cui l’ispirazione dei Teatri si ritrova nella manifestazione della natura e delle strutture architettoniche che si fondono tra loro nello spazio, restituendo una totalità densa di poesia e mistero.
Data: 
da Sabato, Gennaio 26, 2019 a Lunedì, Aprile 22, 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
Prezzo: 
A pagamento