Evento
'A journey that wasnt' Pierre Huyghe

Pierre Huyghe all’Espace Louis Vuitton Venezia

Argomenti: 

L’Espace Louis Vuitton Venezia presenta una nuova mostra, un tributo all’artista francese Pierre Huyghe.

Come parte della 57. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, la mostra “Pierre Huyghe” fa parte della serie di eventi organizzati dalla Fondation Louis Vuitton all’interno del programma «Beyond the Walls», che dà vita a mostre inedite esponendo opere della collezione presso gli Espace Culturel Louis Vuitton di Tokyo, Monaco di Baviera, Pechino e Venezia, portando a termine così l’intento della Fondation di realizzare progetti internazionali e renderli accessibili a un pubblico più vasto.

A partire dalla fine degli anni ‘80 Pierre Huyghe segue un percorso profondamente personale, polisemantico e ibrido, in continua evoluzione, che fa riferimento soprattutto al cinema, alla fantascienza, alla musica, alla scienza e all’archeologia e che si esprime attraverso film, installazioni, performance, fotografia e disegno.

Per la mostra Pierre Huyghe, la Fondation Louis Vuitton presenta tre opere che portano il visitatore in un’atmosfera narrativa di illusione e memoria sfuggente: A Journey That Wasn’t (2005), Creature (2005-2011) e Silence Score (1997).
La mostra, in cui le opere d’arte rispondono le une alle altre, si articola intorno a A Journey that wasn’t (2005). Il film è frutto di una spedizione fatta in compagnia di scienziati e artisti in Antartide, a bordo dell’antico veliero Tara dell’esploratore Jean-Louis Etienne, alla ricerca di una nuova isola, creata dallo scioglimento dei ghiacci dove ipoteticamente vive un pinguino albino, vicino a una colonia di suoi simili. Il progetto si articola in due parti:
la spedizione stessa e la traduzione in suoni della topografia dell’isola. Ciò dà luogo a uno spartito musicale interpretato dall’orchestra sinfonica sulla pista di pattinaggio al Central Park di New York. Il film immerge lo spettatore, affascinato, in due universi agli antipodi: quello della natura ancora vergine
e protettiva e quello di una società urbanizzata e spettacolare.

Reincarnazione dell’uccello solitario e complemento poetico del film, Creature (2005-2011), è un piccolo pinguino sonoro in fibra di vetro e pelliccia sintetica e secondo Pierre Huyghe: «un’intuizione unica, lontana, in un luogo irragiungibile dove esso stesso sparisce, lasciando spazio al contesto».

Si integra nell’atmosfera irreale e musicale del film e nella destabilizzazione delle abitudini percettive, Silence Score, (1997). I quattro spartiti sono la trascrizione di Pierre Huyghe, grazie ad un programma informatico, dei suoni impercettibili dell’opera di John Cage 4’33” (Silence) registrata nel 1952. Il concetto alla base dell’opera di John Cage era di far «suonare» da un musicista, a partire da uno spartito senza note, qualche minuto di silenzio, per lasciare solamente udibili i suoni dello spazio circostante.
 

Data: 
da Sabato, Maggio 13, 2017 a Domenica, Novembre 26, 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
Prezzo: 
Gratis

Espace Louis Vuitton Venezia
Calle del Ridotto 1353
30124 Venezia

Aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.30
Domenica dalle 10.30 alle 19.30
Aperto nei giorni festivi. Entrata libera

Per maggiori informazioni
Tel. +39 041 8844318
Email: info_espace.it@louisvuitton.com

Eventi