Evento

Jules Massenet, Werther

Argomenti: 
Composto più per soddisfare una propria esigenza interiore che per compiacere le richieste di un pubblico e di una critica diventati sempre più esigenti dopo i successi di Manon e Hérodiade, Werther è forse il capolavoro di Jules Massenet, sicuramente la sua partitura meno ‘convenzionale’ e meno costretta entro schemi rigidi e prefissati. 
 
L’ardua impresa di tradurre musicalmente le angosce del personaggio di Goethe, divenuto paradigma di certo spleen esistenziale già all’epoca di Massenet, spinsero il compositore a cercare un linguaggio sonoro estremamente nuancée, il più vicino possibile alle inflessioni e alle sfumature della lingua parlata. 
 
Il compositore, del resto, conobbe il testo di Goethe attraverso una traduzione francese ed è probabile che le sonorità morbide e arrotondate della sua lingua madre abbiano in qualche modo addolcito il suo approccio a Die Leiden des jungen Werther. Anche da ciò dipende forse il parziale ‘tradimento’ del compositore francese, più volte rimproverato dalla critica, nei confronti della cruda e disperata analisi introspettiva del romanzo di Goethe, vessillo di quel movimento romantico dello Sturm und Drang che dilagherà in tutta Europa. Per il libretto Massenet e l’editore Hartmann si rivolsero a Paul Milliet, affiancato dal fido Edouard Blau. 
 
 
 
Direttore ⎮ Guillaume Tourniaire
Regia ⎮ Rosetta Cucchi
 
Orchestra e Coro del Teatro La Fenice
maestro del Coro  Claudio Marino Moretti
 

 

Data: 
da Sabato, Gennaio 12, 2019 a Sabato, Febbraio 2, 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
Prezzo: 
A pagamento