Evento

Fiat Lux! Storia dell'illuminazione pubblica a Venezia

Settore Cultura, Servizio Centro Culturale Candiani e Circuito Cinema - Comune di Venezia in partnership con Museo italiano della Ghisa e Archivio Fotografico Giacomelli

Argomenti: 

Nel Medioevo, a Venezia, si poteva pagare un uomo perché ti accompagnasse con un lanternino nella notte, spaventando ladri e demoni. Lo chiamavano il còdega. Più tardi, nel 1128, sotto il Doge Domenico Michiel, iniziarono a comparire alcuni lumicini, posti sui muri delle case, con la funzione di ardere tutta la notte e “infondere” coraggio ai viandanti che riuscivano a scorgerli anche da lontano. Fu Venezia, assieme a Torino, una delle prime città a dotarsi di una primitiva illuminazione pubblica. Da allora varie tecnologie hanno illuminato la città: fuoco, olio, gas ed elettricità, però lasciandola sempre avvolta da un’aura di mistero ed unicità. La mostra “Fiat Lux!” intende raccontare l’origine e la storia dell’illuminazione pubblica di Venezia, sia con testi che con foto storiche e contemporanee. La mostra è curata in collaborazione con il Museo Italiano della Ghisa e con l’Archivio Giacomelli, entrambi in possesso di prezioso materiale storico.

www.comune.venezia.it/it/content/cultura-venezia

www.museoitalianoghisa.org

www.albumdivenezia.it

 

Sede dell'evento in via di definizione.

 

Data: 
da Venerdì, Aprile 16, 2021 a Domenica, Maggio 30, 2021
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
Prezzo: 
Gratis